L’illusione del controllo

Hai il controllo o solo l’illusione del controllo? Vediamolo insieme.

Ti è mai capitato di prepararti perfettamente ad un esame, con l’ obiettivo di ottenere il massimo dei voti e ricevere invece un voto basso? 

Ti è mai successo di fare tutto impeccabilmente nel tuo lavoro, di arrivare sempre puntuale, di aver fatto anche più di quello che ti era stato richiesto, ma  di non ottenere comunque quella posizione o riconoscimento che ti aspettavi? 

Questi sono semplici esempi per comprendere le cose di cui ci illudiamo di avere il controllo. 

Questo non significa certamente che il fatto di non avere il controllo su ciò che ci circonda,  rende le nostre azioni ininfluenti sul corso degli eventi. 

Non fraintendermi…

Provare a fare tutto secondo il meglio delle tue possibilità è necessario per aumentare le probabilità del tuo successo. 

L’illusione del controllo e la psicologia

illusione del controllo

E’ stato perfino dimostrato che in alcuni casi l’illusione di avere un controllo reale sulle cose possa effettivamente aumentare le nostre possibilità di avere successo in determinate attività.

Ellen Langer, professoressa di psicologia ad Harvard, nel 1975 ha dimostrato con una serie di test la tendenza degli esseri umani a credere di avere il controllo, o quanto meno una certa influenza, su degli avvenimenti su cui in realtà non hanno alcun potere.

In molti conoscono l’esempio dei giocatori d’azzardo, che credono di possedere una capacità che gli permette di essere più bravi di altri nel gioco.

In un esperimento, per esempio, ad alcuni di questi giocatori veniva presentata una coppia di dadi, e offerta una ricompensa per prevedere gli esiti di un lancio. Langer ha dimostrato per esempio che quando lanciano i dati, i giocatori tendono a imprimere maggiore forza quando vogliono numeri alti, minore per i numeri bassi.

Queste azioni alteravano in qualche modo le probabilità? Ovviamente no.

Però quella convinzione gli dava più motivazione nel riprovare fino a quando non avessero raggiunto il risultato sperato.

Cosa comporta però questa scelta? Dipendenza, frustrazione quando non si raggiunge il risultato atteso, accanimento e probabilmente anche grandi perdite economiche!

Quindi cosa voglio dire con questo articolo esattamente?

Errori che tutti fanno

illusione del controllo

Per comprendere meglio come spesso però tendiamo a compiere azioni banali, del tutto inutili, con la convinzione di poter cambiare veramente il corso degli eventi, basti pensare alle volte in cui premiamo ripetutamente sul pulsante dell’ascensore con la convinzione che questa azione lo faccia arrivare più in fretta.

Questa azione farà arrivare l’ascensore più velocemente ? Certo che no, però ci da quell’illusione che sia arrivato per merito nostro.

Analizzando questa situazione per pochi secondi ne deduciamo che l’unica cosa su cui avremmo realmente il controllo è decidere di avere pazienza e aspettare o prendere le scale, ma decidiamo invece di cercare di controllare la velocità con il quale l’ascensore arriverà da noi rimanendo attaccati al pulsante!!

Questo è  ovviamente  solo un esempio molto banale che spiega però un atteggiamento che può prendere pieghe molto più importanti!

Consapevolezze

Attenzione alle manie di controllo!

A volte bisognerebbe seriamente interrogarci in che modo le nostre azioni abbiano un reale impatto sul corso degli eventi e in quale percentuale siamo realmente in grado di influenzarli.

La linea di confine tra Controllo e Influenza non è spesso molto chiara, ma è decisamente fondamentale che lo sia. 

Milioni di persone hanno problemi a distinguere le due cose vivendo momenti di forte ansia, rabbia, frustrazione  e stress nel tentativo di controllare ogni risultato. 

Per questo motivo oggi ho deciso di fornirti una chiara distinzione.

Alcune cose su cui hai realmente il controllo

  1. il tuo modo di osservare le cose ed interpretare le informazioni;
  2. il tuo comportamento/atteggiamento rispetto a ciò che osservi;
  3. le azioni che compi;
  4. le parole che decidi di utilizzare; 
  5. le tue abitudini;
  6. il modo in cui decidi di organizzare il tuo tempo;
  7. Ecc…

I primi due concetti ad esempio camminano sempre insieme, non si possono separare, perché il tuo modo di vedere le cose influenza il tuo atteggiamento nell’ affrontarle. 

Se stai guardando a una situazione e la stai valutando in un modo positivo il tuo atteggiamento sarà anch’esso positivo.  

Se invece il tuo modo di valutare una circostanza è negativo, il tuo atteggiamento sarà ovviamente negativo.  

Ma se rileggi attentamente l’elenco ti renderai conto che tutti questi punti hanno una cosa in comune: TE

Il CONTROLLO che hai su te stesso, ciò che fai e ciò che pensi definisce il modo in cui puoi INFLUENZARE i risultati. 

Ecco alcuni esempi di come però alcuni pensano di poter controllare il mondo:  

  • cercando di controllare i propri figli;
  • provando di controllare la vita del proprio partner;
  • cercando di controllare i dipendenti della propria azienda;
  • cercando di controllare gli eventi, i risultati e gli accadimenti che sono estranei alla loro sfera di controllo.

Cercare di pianificare la propria vita, voler ottenere degli ottimi risultati, dare sempre il massimo ed essere ambiziosi non è sbagliato, se lo fai con quella serenità interiore che il risultato non  dipende interamente e solamente da te. 

Per farti un esempio: se studi dando il meglio di te per un esame, avrai la certezza di aver fatto del tuo meglio, ma non la certezza di ottenere il massimo dei voti,  poiché questo dipenderà anche dall’esaminatore, dal suo umore, dalla  sua simpatia nei tuoi confronti, dal suo modo di valutare la tua  preparazione e molti altri fattori. 

CONCLUSIONI

Io personalmente sono arrivato alla conclusione che il nostro attaccamento all’illusione del controllo  è anch’esso un limite perchè: 

  • più cerchiamo il controllo, più lo perdiamo; 
  • siamo troppo attaccati alla forma, dimenticando la sostanza; 
  • continuiamo a pianificare e agiamo poco; 
  • ricerchiamo la perfezione rischiando un blocco; 
  • ecc…

 quindi:

Ci sono momenti nella vita in cui l’unica alternativa possibile è perdere il controllo. 

 

(Paulo Coelho) 

La domanda che ti chiedo di farti in questo momento è: 

C’è qualcosa che sto cercando di controllare invece di focalizzarmi al cento  per cento sul migliorare il mio modo di vedere le cose ed il mio atteggiamento rispetto ad esse? 

Scrivilo nei commenti e dacci la tua opinione a riguardo. 

Un abbraccio,

Alfonso di Knowhow. 

 

Lascia un commento